lunedì 5 dicembre 2011

TECNICA: Vertical Jigging Tenya Mania

Ancora il vertical jigging fa da protagonista, l'evoluzione di questa tecnica sta regalando anche in Italia molte catture, io pesco in Alto Adriatico e qui è molto difficile avere "grosse" soddisfazioni, ma ho sentito di qualche catture pur avendo fondali non importanti. Ho provato qualche volta e non ho avuto risultati soddisfacenti ma continuo a studiare "da lontano" la tecnica per poterla applicare o meglio adattare alle nostre acque. 
Leggendo alcune news sono incappato nella spiegazione della "Tenya Mania" una tecnica di provenienza Giapponese. La tecnica consiste nell'utilizzo di particolare artificiali, solitamente di forma conica, con un amo fisso ed un amo ferrante collegato all'artificiale grazie ad uno spezzone di Fluorocarbon. Sull'amo fisso deve essere innescato un gambero passandolo dalla coda, per poi appuntare l'amo ferrante nella testa. La forma conica dell'artificiale fa in modo che durante la discesa in acqua dia una particolare movenza al gambero innestato, tale da farlo sembrare vivo agli acchi del predatore.
Molto importante ed estremante influente durante l'azione di pesca con il TENYA, è il multifibra utilizzato che deve essere il più sottile possibile, max PE 0.6 / 1.0.
Le canne da utilizzare devono avere dei cimini molto sensibili e buona riserva di potenza nel fusto per permettere combattimenti anche con prede importanti. Il movimento si effettua con ampie Jerkate riaccomagnando con la canna l'esca verso il fondo.I mulinelli devono essere di taglia dal 2500 al 4000.
Provate la tecnica come in figura e poi magari mandate qualche foto di catture e racconto. Grazie

4 commenti:

Gianluca Rizzuti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluca Rizzuti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pesca Mare .NET ha detto...

Un simpatico cenno storico è disponibile sul mio blog http://www.pescamare.net/2013/06/kabura-la-storia.html ...cmq complimenti per il post..

Albatros ha detto...

Ciao anche io vorrei cominciare con questa tecnica in fondali un po avarucci come quelli del litorale marchigiano (sono di Ancona). Mi chiedevo se in questi anni sei riuscito a perfezionare la pesca con il tenya e se hai avuto qualche risultato. Grazie.